MANUTENZIONE ANTIFURTO ESISTENTE

cura il tuo antifurto con la giusta manutenzione!

Come tutte le cose ogni tanto bisogna fare manutenzione perché funzionino nello stesso modo di quando le abbiamo
acquistate, nelle priorità della vita di tutti i giorni dell'utilizzatore finale il "curare" l'impianto antifurto passa giustamente in secondo piano salvo poi accorgersi della sua importanza quando suona a vuoto o peggio non ha suonato quando doveva!

E' pieno il mondo di antifurti abbandonati al proprio destino dai loro installatori, noi ci occupiamo anche di quelli!


motivi di intervento su vecchio impianto

Le motivazioni che spingono un utente a far "curare" il proprio antifurto solitamente sono:
  • Suona e non riesco più a spegnerlo
  • Non funziona più   
  • Suona quando va via corrente
  • Funziona ma suona senza motivo rendendolo poco affidabile
  • Funziona ma ha perso alcune funzioni (es. non chiama, non suona nell'abitazione)
  • Voglio rendere più efficace il mio attuale impianto
  • Voglio sostituire il mio impianto antifurto con un modello più attuale e performante
La maggior parte dei malfunzionamenti sono risolvibili senza grossa spesa sistemando il problema ed iniziando in accordo con il cliente un ciclo di normale manutenzione programmata. La manutenzione è alla base del duraturo funzionamento degli antifurti di qualunque marca.

come procediamo?

Per noi la cosa più importante è capire quali sono le reali necessità del cliente, per fare questo verranno fatte una serie di domande indispensabili a trovare la soluzione più adatta. Modello dell'antifurto ed età sono fattori importanti ma non determinanti, ciò che rende il servizio veramente efficace è il sopralluogo (gratuito) dove sul posto verrà definito in accordo con il cliente cosa effettivamente andrà eseguito per risolvere il problema ed il costo chiaro.
In particolar modo una serie di punti comuni ad ogni marca sono oggetto di accurato controllo:
  • Effettiva funzionalità delle batterie tampone
  • Effettiva funzionalità delle batterie dei sensori via radio (se presenti)
  • Effettiva funzionalità dei sensori su porte finestre ed ambienti 
  • Capacità dell'antifurto di comunicare a distanza un allarme 



controllo batterie tampone

La batteria tampone è la fonte di alimentazione indispensabile a tenere "vivo" e funzionante l'antifurto e garantire alimentazione alla sirena autoalimentata quando manca corrente per cause naturali o tentativo di effrazione. Di norma su qualsiasi marca di antifurto è conveniente sostituire questi componenti ogni 4 anni per garantire l'efficienza in caso di black-out per almeno 12H. Non sostituire questi componenti di poco costo è spesso causa di danni sulla centralina dell'antifurto. Il succo è spendere il giusto al momento giusto!

controllo batterie sensori

Esistono fondamentalmente due tipi di sensore via radio e vengono chiamati monodirezionali e bidirezionali, la differenza fondamentale è che il primo può solo trasmettere informazioni verso la centrale mentre il secondo è in grado sia di trasmettere ma anche di ricevere informazioni dalla centralina. La maggior parte dei sensori via radio datati rientrano nella prima categoria e quindi incapaci (non tutti ma una buona percentuale dei modelli) di inviare alla centrale la condizione di batteria esaurita con il rischio di inserire l'antifurto inconsapevoli di avere delle porte non più allarmate. La nota dolente è che i primi sensori a risentire del problema sono proprio quelli installati su porte di maggior utilizzo come la porta di ingresso che statisticamente è la più attaccata. I sensori bidirezionali non risentono di questo problema in quanto tra la varie informazioni scambiate con la centrale segnalano la condizione di batteria scarica ed il sistema informerà l'utente via tastiera o via telefono. La cosa che accomuna entrambi i sistemi è la necessità di controllare e se necessario sostituire con regolarità le batterie dei sensori via radio.

controlli funzionali dei sensori

Nelle varie operazioni di controllo specialmente su impianti datati è conveniente investire del tempo per controllare l'effettiva funzionalità di tutti i sensori ed eventualmente agire con la sostituzione se necessario.

Controllo funzionalità chiamata

Se suona ma non chiama nessuno...serve a poco.

La maggior parte degli antifurti in commercio trasmettono lo stato di allarme comportandosi come un telefonino attraverso una SIM CARD che purtroppo se dimenticata...scade. La sostituzione richiede nella maggior parte dei casi di armeggiare all'interno della centralina, si tratta di una operazione semplice e veloce ma con le dovute accortezze.